MENU

LA STORIA

PIA MARIANI E L’UNIVERSO
DEI SUOI GIOIELLI

LA STORIA

PIA MARIANI E L’UNIVERSO
DEI SUOI GIOIELLI

Lo charme avvolgente di Pia Mariani conquista chiunque la incontri: esso emana da un retroterra di antiche nobiltà che nel suo profilo trovano contemporaneità innovativa.

Innanzitutto quella dei rinascimentali maestri dell’arte orafa e del loro splendore all’origine della eccellenza di Milano.
Ed ancora più indietro il suo charme è carico dei colori dei cieli molisani dei secoli di Roberto il Normanno, quando il respiro dei larghi orizzonti tra Larino e Ururi si intrecciava con la sapienza essenziale e cosmopolita dei monaci benedettini. Ururi, in lingua arberesch, vuol dire aurora, ed era il nome di un antico sito conventuale, divenuto poi un piccolo paese del Molise nel cuore dell’Italia centrale, lo scrigno prezioso di ogni arte del Rinascimento.

A Ururi, Aurora, Pia Mariani nasce e vive i suoi primi passi respirando gli ampi e dolci orizzonti di quei colli molisani, assorbendo la magica luce di quei cieli e il caldo splendore delle spighe d’oro di quei campi di grano, innamorandosi delle sue marine e a lungo vivendo nelle atmosfere delle antiche melodie popolari arpeggiate all’imbrunire sulle note di una chitarra attorno ai falò. Quando la sua famiglia si trasferisce a Milano, Pia Mariani trova il miglior ambiente per realizzare appieno la sua libertà di espressione e perfezionare la sua vocazione creativa.

Laureata all’Accademia di Belle Arti di Brera riceve la lode in pittura che sottolinea una indiscussa dote della sua qualità artistica.

A Milano inizia subito a lavorare come designer per la creazioni di moda, tessuti e manifesti.

Dal 1980 al 1985 Pia svolge infatti attività di indossatrice per famose case di moda quali Pims, Soprani, Callaghan e Versace.

E proprio a Milano Pia Mariani avvia uno stretto contatto con artigiani e orafi selezionati per studiare in dettaglio microscultura e tecniche per la creazione di oggetti preziosi, sia come pezzi unici che in serie.

Ogni gioiello è un pezzo unico, che emana il fascino esotico di mondi lontani, inaccessibili come un harem, inafferrabili come i cavalli lanciati al galoppo dei nomadi delle steppe. la loro grazia rimanda all’immaginario collettivo dei nostri orienti possibili, portando in se’ il mistero di un universo femminile profondamente intimo. nascosto dietro il velo delle tende nei deserti, impenetrabile come i cuori delle donne.

timeline

  • Tra i primi gioielli prodotti da Pia Mariani, Il Mappamondo è una creazione raffinata, che con preziosa eleganza ha la magia di variare e trasformarsi: diventa un mondo che, con ottimismo e fiducia, si apre al futuro dell’umanità.

    Un emblema dell’arte orafa italiana.

    Ideato nel 1994, Il Mappamondo è un pendente in oro (i continenti) con diamanti e pietre intercambiabili (gli oceani) che ne trasformano il colore: dall’acqua marina al turchese, dal corallo al lapislazzulo, dal cristallo di rocca all’ambra. Infine l’innovazione: un meccanismo, lungo l’equatore, apre e chiude il globo delle terre emerse, finemente definite!

     

    Il tema di terra, pianeti ed astri diventa una fonte continua di ispirazione per una linea di creazioni unica e riconoscibile della firma Pia Mariani.

  • Le Gold Revolutions ricevono importanti riconoscimenti da pubblicazioni specializzate del settore e da importanti riviste di moda, conquistando infine l’esclusiva presentazione con una sua mostra durante un evento del Made in Italy in via Sant’Andrea a Milano.

  • Per Pisa Orologeria nascono anche varianti originali come la collana Secolo, metà oro e metà filo di perle, che diventano bracciali. Iris è una parure (collana e orecchini) con il fiore appoggiato sulla perla. Così come anche gli altri gioielli, pendenti ed orecchini sono giochi di perle che si distinguono per la loro leggerezza.

    Per Pia Mariani le perle non sono soltanto un elemento di ricchezza ornamentale, ma esprimono in un modo nuovo la loro lucente personalità.

  • Una collaborazione creativa straordinaria: applicando la sua capacità innovativa alla decorazione delle classiche Uova Fabergè e dei suoi Fiori, Pia Mariani contribuisce all’affermazione del marchio anche in Italia.

  • E ancora Croce Danzante impreziosita dalle pietre, che ruota su se stessa mutando la percezione del design ed evidenziando ogni volta una luce e un colore diverso. Stagioni è una linea di collane pendenti, orecchini a “misura” variabile e a colori mutevoli come sono le varie ore della giornata e le stagioni naturali.

    E poi, di particolare suggestione, la collana Quadrifogli, in omaggio a Fernanda Pivano, in oro con pietre tormaline verdi naturali.

     

    E infine l’anello Diamanti, in platino, il più raro, puro e seducente dei metalli, al plurale perché presenta generosamente oltre 50 diamanti per un totale di 6 carati nella forma di rettangoli allungati che ha reso celebri nel mondo i diamanti baguette.

  • Le sue tante creazioni mutanti indicano ormai una padronanza eccelsa dell’universo del gioiello, anche se, con un tocco di tenero romanticismo, Pia Mariani continua a mantenere un affetto speciale per i suoi primi gioielli, come la parure Spicchi d’Arancia, in oro diamanti o rubini con ambre intercambiabili, frutto di una particolare ricerca cromatica nel prezioso mondo dell’ambra e della natura.

  • Un tema antico che per la prima volta viene interpretato con spirito aperto e pluralistico. Religioni è una parure che esprime la dignità delle quattro fedi principali, di cui raccoglie i simboli attorno al bracciale in oro bianco: la croce cristiana, la mezzaluna islamica, la stella ebraica e il simbolo Taoista dello Yin-Yang. Nella dinamicità che contraddistingue lo stile di Pia, i simboli possono spostarsi, alternarsi, avvicinarsi uno all’altro, ispirando un valore di universale tolleranza. Il gioco mobile dei simboli è proposto nella collana e nei pendenti e perfino nell’anello, che li tiene agganciati permettendo di indossarli con scioltezza.

    La Fede Che Vuoi, la linea di anelli destinata agli sposi e la coppia di fedi Forever Young.

    Ma all’ispirazione religiosa si sostituisce presto la sensibilità romantica. E Pia concepisce la freschezza luminosa di Stelle di Neve, una cascata leggera e scintillante di preziosi diamanti. Un gioiello innovativo per l’originalità dell’idea e la struttura mobile: gli orecchini pendenti e il girocollo ” pendentif ” si presenta allo sguardo con una profusione di stelle realizzate in purissimo platino che cadono a grappolo, ravvivate da diamanti briolette bianchi. Così Pia Mariani interpreta il tema total white lanciato, in occasione della Fiera di Vicenza 2005 dalla PGI la quale avvierà presto una lunga collaborazione con Pia Mariani. Il gioiello vive su una struttura invisibile a più elementi completamente snodati, che tiene sospese le stelle: pezzi unici fatti a mano.

  • E’ da questa posizione che Pia Mariani, avvia un capitolo nuovo riuscendo ad inserirsi nel turbinoso sviluppo di Milano come città-mondo e nella sua capacità di attrazione dei nuovi flussi di pregiati clienti globali.

    Il mondo del lusso -dall’Asia all’Arabia, dall’immensa Russia al Canada e America- entra in una stanza.

    E da lì, dal negozio di via Verri, dallo showroom di Pia Mariani, partono per il mondo idee e suggestioni, creazioni che evocano miti e leggende di terra e di mare.

    Questo nuovo capitolo è fatto anche di viaggi che si intrecciano e portano lontano, esplorazioni ricche di esotiche emozioni.

  • Sulla delicata linea di confine tra sogno e realtà, l’irresistibile magnetismo della seduzione prende corpo e grazia in gioielli come Sirene, una declinazione di tre gioielli che raggiungono vette di sublime purezza e sensualità: una sirenetta dolcissima languidamente seduta su una perla; un’altra che sta meditando accoccolata in posizione yoga sopra una perla più grande ed una terza elegante e dinamica che si diverte a giocare con più perle.

    Le squame d’oro dei gioielli, finemente incise a mano, sono ornate di diamanti. Le perle provengono dai mari del sud (Australia) e di Tahiti. La collezione si presenta in più varianti di colore dell’oro e delle perle che dona a ciascuna delle Sirene la propria personalità.

     

    Al canto delle Sirene, emblema della mitologia marina, risponde l’intensa suggestione di una leggenda di terra: seguendo i misteri nascosti dietro il velo delle tende di deserti lontani, il processo creativo di Pia Mariani approda a Sheherazade.

    Si può trasformare la finissima trama di un vero pizzo di cotone in un tessuto d’oro? Grazie alla determinazione di Pia e al suo costante affiancamento agli eccelsi maestri orafi, il sogno nascosto degli antichi alchimisti diventa realtà. E dopo tredici mesi di lavorazione in laboratorio Pia Mariani dà alla luce i gioielli della collezione Sheherazade.

    La collezione si ispira ad un mondo femminile esotico, profondamente intimo e velato di mistero, che rimanda al nostro immaginario degli orienti possibili.

    Essa comprende gli applauditissimi bracciali a forma di polsino con pietre di colori raffinati; e poi anelli, orecchini, Cuori da portare al collo, un nuovo collier con diamanti, pezzo forte della collezione, e diversi altri gioielli tutti nati dallo speciale procedimento, unico ed esclusivo, messo a punto da Pia Mariani, che permette di trasformare in oro le più sottili trame di pizzo. Accanto alle creazioni di Sheherazade lavorate in punto di finissimo merletto, c’è anche la collezione Fahrenheit che riprende la stessa gamma di gioielli, ma lavorati in lastre d’oro di assoluta lucentezza quasi spaziale, come il bracciale Fahrenheit accompagnato da una preziosa gemma in acqua marina incastonata alla sua superfice.

    Così anche il gioiello diventa moda: alla Fashion show Pia presenta i suoi gioielli con gli abiti di Raffella Curiel in una memorabile sfilata all’interno del prestigioso Museo nazionale della Scienza e della Tecnica di Milano.

  • Anche per questo Pia Mariani, proprio nel 2008, riceve la nomina a membro effettivo della Camera della Moda di Milano. L’ingresso nella principale istituzione di questo importante settore economico rappresenta il riconoscimento della sua attività e la sottolineatura di uno dei suoi principi ispiratori: il Gioiello è Moda!!

     

    A completare la festosa Settimana della Moda del suo showroom, sempre nel 2008, Pia Mariani presenta, insieme a Sheherazade, una seconda collezione mirata ad una clientela più trendy di un gioiello giovane e fresco, frutto di una idea tanto semplice quanto geniale: un cerchio in alto e due ali sui lati trasformano una stella a cinque punte in un angelo che vola. Il suo nome è Gabriel, appunto: arcangelo dell’Annunciazione, delle novità, della comunicazione.

    Il modello base è un pendente, ma Pia ha liberato la sua fantasia, creando bracciali e collane con tanti Gabriel in girotondo; gli orecchini trompe-l’oeil, contenenti una illusione ottica; la Perla Cometa, mono-orecchino in platino e perla di Tahiti; i piccoli Charms che formano un altro bracciale. Ma l’invenzione più fantastica sono i personaggi: il motociclista, il fotografo, il samurai, il calciatore…primi di una serie di Gabriel che avrà a seguire tanti altri sorprendenti interpreti.

    Nel suo evento infine Pia Mariani mette in mostra anche la collana Magica, la creazione in platino e diamanti, scelta dalla Platinum Guild International tra i progetti di altri importanti designer europei per la campagna 2008 in Giappone che vede come protagonista la splendida modella Chie Kumazawa.

  • I gioielli protagonisti della campagna sono due. Il primo è una catena lunga 1 metro e 27, con due grandi stelle che segnano l’inizio e il finale del gioiello, disegnato pensando ad una lunga strada – la vita di una donna- con cerchi e stelle a segnare le tappe principali lungo il percorso. Anche questo è un gioiello che si trasforma con l’opportunità di formare una collana diversa ogni volta che la si indossa.

    Anche la seconda collana Fiori di Luna è ispirata alla femminilità, attraverso elementi simbolo come la luna e i fiori, ed una storia delicata che li lega insieme: meravigliosi fiori di ciliegio che il vento primaverile fa volare via, sempre più in alto, fino alla luna, che li fa diventare – via via che si avvicinano- sempre più lucenti, finchè la luna color platino li fa suoi abbracciandoli…

    E da allora esistono i Fiori di Luna, trasformati da Pia in un’altra meravigliosa collana.

     

  • La prima collezione, Change, rappresenta un cambiamento strutturale, forse rivoluzionario, nel modo di concepire il gioiello. Per la prima volta, grazie ad una tecnica ardita, diverse qualità di oro – oro bianco e oro puro- si sovrappongono e si fondono, si amalgamano dando vita a combinazioni pittoriche, che riprendono la tecnica dell’acquerello mai sperimentate in gioielleria. Ispirandosi all’impressionismo la collezione porta i nomi dei grandi impressionisti francesi (Monet, Matisse) e ai pittori della secessione viennese (Klimt)

    L’anello Five, pezzo forte della seconda linea, è invece rivoluzionario perchè è il primo a poter essere indossato in vari modi: cinque, come dice il nome, assumendo ogni volta una forma diversa e inaspettata.

  • E così in questo felice periodo i gioielli di Pia Mariani, cogliendo un indubbio successo vengono contemporaneamente distribuiti in esclusiva, oltre che in Asia, anche negli Stati Uniti e in Canada.
    Il 2011, è anche l’anno in cui Pia Mariani partecipa per la seconda volta con le sue collezioni al Couture Show di Las Vegas, uno tra gli appuntamenti più importanti per il mondo dei gioielli.

  • Nel viaggio in Canada, la scoperta del Cirque du Soleil e l’ammirazione per il lavoro di Gay Lalibertè, la suggestione culturale di alcuni discendenti degli indiani d’America, ebbero una forte influenza sull’ispirazione di Pia. Presto ne nacque una linea di gioielli, in omaggio a quella appassionata esperienza emotiva, che chiamò Totem, una creazione ancora in evoluzione con orecchini, pendenti ed altri gioielli con pietre preziose.

  • Il gioiello uomo è una J in oro giallo e rosa, essenziale ed elegante (con un tocco di romanticismo).

    E’ in questo momento che Pia segue linee di gioielli del benessere chiamati Aloe.

  • Non poteva mancare per questo avvenimento mondiale l’omaggio di Pia Mariani che dedica all’evento una simpatica e preziosa interpretazione del nome EXPO, ottenuta sovrapponendo alle quattro lettere due dei suoi gioielli di successo: una elaborazione di Gabriel per la X e del famoso Il Mappamondo per la O.

  • La collezione Sheherazade è protagonista della campagna pubblicitaria su Vogue Italia; presentando la firma Pia Mariani, la campagna mette in luce l’impegno in prima persona della stilista nelle sue creazioni e la permanenza del loro valore nel tempo.

    E proprio il valore dei suoi gioielli, vere opere d’arte personalizzate, spiega anche ​la clientela più raffinata, italiana ed estera, ne rimane così affascinata e fedele nel tempo.

     

    Sono dodici anni di lavoro intenso e prezioso, nei quali Pia Mariani ha la fortuna di collaborare con professionisti di grande valore: fotografi, grafici, copywriters e ovviamente orafi, con i quali raggiunge una invidiabile visibilità nell’universo del gioiello e riesce a conquistare l’interesse del migliore jet set internazionale.

    Una esperienza unica ed esemplare che oggi porta Pia Mariani a misurarsi con fiducia con le nuove sfide della società globale.

     

  • In questi anni le trasformazioni sono state davvero immense e con una impensabile velocità.

    L’ottimismo, la determinazione e la sua felicità creativa, porta oggi Pia Mariani a presentarsi direttamente ai suoi clienti e a raggiungere i suoi estimatori attraverso la rete. Pia Mariani affronta il mare grande della rete e affida i suoi gioielli al mondo: ognuno potrà acquistarli da ogni più riposto angolo della terra.

    Pia Mariani offre a tutti le sue creazioni attraverso la vendita on-line, ma la sua boutique on-line manterrà le sue radici profonde nel cuore antico della Milano più autentica, quelle Cinque Vie da cui si diramò la gloria futura della città romana e che oggi ospita il rinnovato atelier di Pia.

  • Alle 21 del 21 Aprile davanti ai clienti più affezionati, ad estimatori e supervip di una lista esclusiva di invitati.
    E per rendere più fruibile in ogni angolo del mondo i gioielli della sua creatività, Pia Mariani lancia la sua boutique on-line.
    Forte del suo ottimismo e della sua felicità creativa Pia Mariani offre a tutti le sue creazioni attraverso la vendita on-line, ma la sua boutique on-line manterrà le sue radici profonde nel cuore antico della Milano più autentica, quelle Cinque Vie che oggi ospita il rinnovato atelier di Pia.

Non vedi l’ora di indossare il tuo anello LA REGINA

e sentirti perfetta
in ogni occasione?

Non vedi l’ora di indossare il tuo anello FIVE

e sentirti perfetta
in ogni occasione?